Ambiente



Emissioni e l’ambiente. Scelte verdi che fanno bene anche alle tasche



Fai la tua parte per proteggere l’ambiente scegliendo un’auto che consumi meno carburante e produca poche emissioni tossiche.

Meno un’auto consuma, più sarà economica da mantenere. E inoltre farai qualcosa per ridurre l’inquinamento dell’aria.
Ecco alcune considerazioni da fare:



Acquista l’auto adatta alle tue necessità. Un minivan ha un senso se prevedi di utilizzare tutti i posti a sedere. Un’utilitaria è molto più comoda ed economica se a viaggiare siete solo in due.



Il peso è un fattore determinante per i consumi di un’auto. A conti fatti, il peso influisce sui consumi ben più della cilindrata. Un’auto pesante utilizza un gran quantitativo di energia per mettersi in movimento e per fermarsi. Avere un motore di buona cilindrata in un’auto leggera è decisamente più economico.



Per una dolce guida cittadina il cambio automatico o un’auto con trasmissione continua variabile (CVT) sono l’ideale. Queste auto sono più facili da condurre, in quanto non hanno frizione e cambiano rapporto automaticamente. Il rovescio della medaglia è che consumano più carburante. Le vetture con cambio automatico tradizionale consumano all’incirca il 10% in più di quelle equipaggiate con cambio manuale. Le auto con CVT circa il 5% in più.

La soluzione migliore è costituita dai cambi robotizzati, in cui l’elettronica e i dispositivi idraulici provvedono a cambiare rapporto similmente a quanto accade in un cambio tradizionale, ma senza l’intervento del guidatore su leva e frizione. Questo tipo di cambio offre la comodità di un cambio automatico senza incidere sui consumi.

A velocità autostradali la differenza di consumo tra automatico e manuale si riduce.



In un’auto a quattro ruote motrici, a parità di stile di guida, i consumi saranno superiori di circa il 4%. A parità di capacità di carico, un’auto a quattro ruote motrici consuma fino al 14% in più.



Tutte le auto emettono anidride carbonica (CO2), uno dei gas maggiormente responsabili dei cambiamenti climatici. La quantità prodotta è direttamente correlata al consumo.

Tutte le auto producono emissioni tossiche, per esempio ossido d’azoto. Non c’è niente che possiate fare tranne che acquistare un’auto più recente possibile.

Le auto di recente costruzione sono progettate in modo da rispettare gli standard europei, divenuti più rigidi dal 1990 in poi. Dal 1992 tutte le nuove auto a benzina sono dotate di marmitta catalitica (Euro I).

Ogni nuovo standard impone ulteriori restrizioni rispetto al precedente. Attualmente siamo all’Euro IV, entrato in vigore nel 2005. Euro V sarà adottato dalle case costruttrici a partire dal 2009. Più nuova è l’auto, più è rispettosa dell’ambiente. Un’auto costruita prima del 1992, priva di marmitta catalitica, produce emissioni tossiche quanto venti auto di recente costruzione.



Le auto a benzina utilizzano più carburante delle diesel, producendo il 10% in più di anidride carbonica. A favore delle auto a benzina c’è una minore emissione di gas tossici.

Le auto Diesel utilizzano meno carburante, producendo così meno anidride carbonica. I motori Diesel a iniezione diretta consentono la migliore economia di carburante.



    Scegli l’auto più piccola che soddisfi le tue necessità.
    Meno carburante utilizzi, minore sarà l’inquinamento prodotto.
    Le auto di recente costruzione sono generalmente più rispettose dell’ambiente.
    Le auto con cambio manuale consumano generalmente di meno di quelle con cambio automatico.
    Il tuo stile di guida può essere determinante per i consumi.

Le cose da considerare


Quale carburante? | Auto e stile di vita | Furti d'auto | Sicurezza | Ambiente | Quale colore?

Quanto costa veramente?


Svalutazione | Costi di esercizio

Dove acquistare?


Comprare nuovo | Comprare usato

Cosa cercare


Controlli da fare | Prova su strada | Evitare le trappole | Esame visivo dell’auto

Difnet - Web Different